Archivi tag: marketing strategico

Come allineare l’archetipo aziendale

Come si fa ad allineare il brand aziendale verso l’archetipo aziendale desiderato e creare storytelling focalizzanti e competitivi? Sono solo alcuni dei suggerimenti emersi dopo la partecipazione ad un seminario presso l’Università Cattolica di Milano condotto da Elena Barbieri .

I 12 archetipi, che possono aiutare ad allineare brand ed organizzazione verso un percezione distintiva ed emotivamente coinvolgente.

Dalla la cura e le attenzioni verso gli altri ed il senso di appartenenza, verso la scoperta e la conoscenza o la stabilità e la struttura sinottica e il desiderio di cambiamento e la propensione verso il rischio si polarizzano i dodici archetipi che possono focalizzare il brand e guidare la leadership per saper come allineare le proprie leve di marketing con il proprio archetipo aziendale.

COME ALLINEARE L'ARCHETIPO AZIENDALE

Secondo psicologi, filosofi e sociologi, sembra che esistano 12 archetipi classici. Da quelli che trasmettono conforto verso le altre persone a quelli che creano forti eccitazioni. Molti psicologhi affermano che la scelta dell’archetipo giusto per una impresa sia essenziale. Sembra anche che finora ci abbiano azzeccato, prima dell’avvento delle neuroscienze, esaminando gli archetipi classici hanno intuito l’archetipo ideale per poter creare una profonda connessione con il mercati ed il target di riferimento.

Vediamoli uno ad uno e cerchiamo di capire come possano aiutarci a definire il cosa ed i come comunicare per una impresa che desideri affinare il proprio positioning sul proprio target. Per ognuno dei 12 archetipi riportiamo l’obiettivo, i suoi tratti distintivi o punti di forza, i punti di debolezza o ombre ed la nicchia globale del loro mercato di riferimento.

Osserva i 12 archetipi e scegli come puoi fare per riuscire ad allineare il tuo archetipo aziendale al tuo brand ed alla tua leadership.

L’innocente

Obiettivo: Essere felice. Tratti : si sforza di essere buono, è puro, giovane, ottimista, semplice, morale, romantico, leale
Svantaggio: potrebbe essere ingenuo o noioso
Marketing di nicchia: le aziende con valori forti, considerati affidabili, e onesti, associati alla moralità, alle virtù, alla semplicità, possono essere nostalgici
Esempio: Disney, tessuto da bagno Cottonelle

Il bravo ragazzo

Obiettivo: appartenere o connettersi con gli altri
Tratti: piedi saldi per terra, solidale, fedele, popolare, persona della porta accanto, si connette con gli altri
Inconveniente: potrebbe mancare di un’identità distintiva e confondersi troppo
Marketing di nicchia: social, virtù solide, dà un senso di appartenenza
Esempio: eBay

L’eroe

Obiettivo: aiutare a migliorare il mondo, combatte per cause superiori
Tratti: Coraggioso, audace, onorevole, forte, sicuro di sé, ispiratore
Svantaggio: potrebbe essere arrogante o distaccato
Nicchia di marketing: lasciare un segno positivo sul mondo, risolvere i principali problemi o consentire / ispirare gli altri a farlo
Esempio: Nike, BMW, Duracell, Red bull

Il fuorilegge

Obiettivo: rompere le regole e combattere l’autorità
Tratti: ribelle, iconoclasta, selvaggia, aprendo la strada al cambiamento
Svantaggio: potrebbe prendere troppo lontano e essere visto in modo negativo
Nicchia di marketing: agente di cambiamento, avvocato per i non ascoltati , consentire alle persone di sfogare o rompere con le convenzioni
Esempio: Harley-Davidson

L’esploratore

Obiettivo: trova soddisfazione attraverso la scoperta e nuove esperienze
Tratti: irrequieto, avventuroso, ambizioso, individualista, indipendente, pionieristico
Svantaggio: potrebbe non adattarsi al mainstream
Nicchia di marketing: emozionante, assunzione di rischi, autentico
Esempio: Indiana Jones, Jeep, Virgin

Il creatore

Obiettivo: creare qualcosa con significato e valore duraturo
Tratti: creativo, fantasioso, artistico, inventivo, imprenditore, anticonformista
Svantaggio: potrebbe essere perfezionista o poco pratico
Marketing di nicchia: Visionario, aiuta i clienti a esprimere o creare e promuovere la loro immaginazione
Esempio: Lego, Crayola

Il regolatore

Obiettivo: controllare, creare ordine dal caos, bianco o nero?
Tratti: leader, responsabile, organizzato, modello di ruolo, amministratore
Svantaggio: potrebbe mancare una connessione comune o essere troppo autorevole o troppo pignolo nel suo controllo
Marketing di nicchia: aiuta le persone a diventare più organizzate, a ripristinare l’ordine, a creare più stabilità e sicurezza in un mondo caotico
Esempio: Barclays, Mercedes-Benz

Il mago

Obiettivo: trasformare i sogni in realtà, creare qualcosa di speciale
Tratti: Visionario, carismatico, immaginativo, idealista, spirituale
Svantaggio: potrebbe prendere rischi che portano a risultati negativi
Nicchia di marketing: aiutare le persone a trasformare il loro mondo, ispirare il cambiamento, espandere la consapevolezza
Esempio: Wizard of Oz, Apple

L’amante

Obiettivo: creare intimità, ispirare amore
Tratti: appassionato, sensuale, intimo, romantico, caldo, impegnato, idealista
Svantaggio: potrebbe essere troppo altruista o non sufficientemente radicato
Nicchia di marketing: aiuta le persone a sentirsi apprezzate, ad appartenere, a connettersi, a godere dell’intimità, a costruire relazioni
Esempio: Chanel, Victoria’s Secret, Lindt, Marie Claire

ll premuroso

Obiettivo: prendersi cura e proteggere gli altri
Tratti: premuroso, materno, nutriente, disinteressato, generoso, compassionevole
Inconveniente: essere sfruttato, dato per scontato o sfruttato
Nicchia di marketing: aiutare le persone a prendersi cura di se stesse, a servire il pubblico attraverso programmi di assistenza sanitaria, di educazione o di aiuto
Esempio: Dove, Madre Teresa, Campbell’s Soup, Johnson & Johnson.

Il giullare

Obiettivo: portare gioia al mondo
Tratti: divertimento, senso dell’umorismo, spensierato, birichino, irriverente
Svantaggio: potrebbe essere visto come frivolo o irrispettoso
Nicchia di marketing: aiutare le persone a divertirsi o godersi quello che stanno facendo, consentire alle persone di essere più impulsive e spontanee
Esempio: Motley Fool, Ben & Jerry’s, IKEA

Il saggio

Obiettivo: aiutare il mondo a ottenere saggezza e intuizione
Tratti: fonte di informazioni esperta e affidabile, saggezza e intelligenza, riflessivo, analitico, mentore, guru, consigliere
Inconveniente: potrebbe essere eccessivamente contemplativo o troppo supponente
Nicchia di marketing: aiutare le persone a comprendere meglio il mondo, fornire informazioni pratiche e analisi
Esempio: BBC, PBS, Google, Philips

Quindi filiamo dritti come una freccia e promettiamo bontà a non finire, oppure vogliamo esser percepiti come tutti di un pezzo e con i piedi ben saldi per terra perché sopravviveremo sempre a tutto?
Possiamo anche scegliere di essere avventurosi e autonomi pionieri che odiano qualsiasi conformità, ma anche di esser coraggiosi innovatori o border line con le regole che ci piacciono infrangere.

Quello che conta e scoprire quello che intimamente è il brand che si desidera posizionare nella mente dei clienti desiderati e che già rispecchiano questa archetipica intimità, come gli avvocati newyorchesi che nel week end inforcano una Harley , simbolo della legge infranta che essi difendono durante la settimana!



Come allineare l’archetipo di leadership aziendale

Una volta definito l’archetipo del brand occorrerà allineare le risorse umane verso con una promessa, una cultura, una forza tale da contrastare i tabù e dei valori che siano sintonizzati e sincronizzati con il positioning di tutta l’impresa. Indichiamo quindi gli stili di leadership ideali per ognuno dei dodici archetipi.

L’organizzazione innocente

COME ALLINEARE L'ARCHETIPO AZIENDALE
COME ALLINEARE L’ARCHETIPO AZIENDALE: L’innnocenza

Cultura: Filiamo dritti come una freccia
Promessa: bontà
Forza: sicurezza del lavoro – Debolezza: dipendenza
Valori: Fedeltà- Tabù: la nave che affonda
Stile di leadership: Siamo tutti una famiglia. Ombra: il controllo dei dei genitori.

L’organizzazione regolare

COME ALLINEARE L’ARCHETIPO AZIENDALE: la regolarità.

Cultura: Abbiamo i piedi ben saldi per terra
Promessa: Senso di appartenenza
Forza: Sopravvivenza a tutto – Debolezza mancanza di autonomia mancanza di coordinazione
Valori: Conformità e livellamento siamo tutti uguali- Tabù: essere speciali:
Stile di leadership: Democratico – Ombra: Essere vittime.

L’organizzazione esploratoratrice

COME ALLINEARE L'ARCHETIPO AZIENDALE
COME ALLINEARE L’ARCHETIPO AZIENDALE: L’esplorazione.

Cultura: L’avventura
Promessa: Ti sentirai libero!
Forza: Autonomia – Debolezza: Mancanza di coordinamento
Valori: Indipendenza – Tabù: Conformità – Stile di leadership: pionieristica – Ombra: anti socialità.

L’organizzazione eroica

COME ALLINEARE L’ARCHETIPO AZIENDALE: il momento eroico.

Cultura: Avere un chiaro e definito scopo superiore
Promessa: Stiamo cambiando, stiamo innovando!
Forza: Coraggio. – Debolezza: l’Arroganza. Valori: Siamo qui per vincere. il Gol! – Tabù: ogni debolezza.
Stile di leadership: Coaching for ever. – Ombra: ruoli sfuocati.

L’organizzazione “fuori legge buona”

COME ALLINEARE L'ARCHETIPO AZIENDALE
COME ALLINEARE L’ARCHETIPO AZIENDALE: il fuorilegge buono.

Cultura: mettere in discussione lo status quo. Promessa: Pionieri Forza: Pensiero laterale – Debolezza: Etica – Valori: anti tradizionali. Tabù: Essere conformi. Stile di leadership: Rivoluzionario. Ombra: Esser percepiti come criminali.

L’organizzazione creativa

COME ALLINEARE L'ARCHETIPO AZIENDALE
COME ALLINEARE L’ARCHETIPO AZIENDALE: l’impresa creativa.

Cultura: Creatività pervasiva. Promessa: Potrai esprimere il tuo talento. – Forza: Innovazione – Debolezza: Routine – Valori: Integrità. Tabù: Mediocrità. Stile di leadership: Visionaria. Ombra: Tendere all’eccellenza ed evitare la perfezione.

L’organizzazione basata sui ruoli

COME ALLINEARE L'ARCHETIPO AZIENDALE
COME ALLINEARE L’ARCHETIPO AZIENDALE: ruoli chiari, grande prestigio.

Cultura: La potenza della struttura. Promessa: Potrai raggiungere i più alti livelli di status sociale. – Forza: la struttura aziendale – Debolezza: Flessibilità – Valori: Potenza. Tabù: Irresponsabilità. Stile di leadership: Political correct. Ombra: Tirannia

L’organizzazione Magica

COME ALLINEARE L'ARCHETIPO AZIENDALE
COME ALLINEARE L’ARCHETIPO AZIENDALE: prendere spunto dai maghi e dalle streghe per creare la tua personale magia.

Cultura: Spirituale. Promessa: Trasformazione. – Forza: la visione e la missione – Debolezza: Le connessioni con le persone ordinarie – Valori: Evoluzione delle forze subconscie. Tabù: La superficialità. Stile di leadership: Carismatico. Ombra: Manipolazione

L’organizzazione seducente

COME ALLINEARE L'ARCHETIPO AZIENDALE
COME ALLINEARE L’ARCHETIPO AZIENDALE: la seduzione come arma per scoprire l’amore.

Cultura: Elegantemente intima . Promessa: Scoprirai l’amore. – Forza: comunità – Debolezza: evitare i conflitti come la peste – Valori: Vicinanza – Amore.- Tabù: Una stoica chiusura su sé stessi. Stile di leadership: Facilitatore. Ombra: Un flusso erotico continuo.

L’organizzazione premurosa

COME ALLINEARE L'ARCHETIPO AZIENDALE
COME ALLINEARE L’ARCHETIPO AZIENDALE: aver più attenzione per gli altri che per sé stessi.

Cultura: La Mamma, la puerpera . Promessa: La cura verso gli altri. – Forza: Servizio – Debolezza: Perdita di responsabilità- Valori: Cura naturalezza Tabù: Egoismo. Stile di leadership: Il principe crociato. Ombra: Il Controllo.

L’organizzazione saggia

COME ALLINEARE L'ARCHETIPO AZIENDALE
COME ALLINEARE L’ARCHETIPO AZIENDALE: fare della conoscenza l’arma del successo.

Cultura: Imparare, sempre!. Promessa: Pensiero continuo. – Forza: Analisi e pianificazione – Debolezza: lentezza nell’azione – Valori: Imparare – Tabù: L’ingenuità. Stile di leadership: Collegiale. Ombra: Creazione e rinforzo di dogmi.

Abbiamo visto come con i 12 archetipi, che influenzano le decisioni d’impresa in dodici stili molto diversi tra loro, si possono gestire le leve del marketing mix per allineare l’archetipo ideale al posizionamento competitivo e distintivo del brand di prodotto, aziendale e di corporate.

Content credit: Elena Barbieri – università Cattolica di Milano

MARKETING OPERATIVO PROBLEM SOLVING
Se vuoi prenotare un Focus Group Problem Solving gratuito e finalizzato a fare emergere gli archetipi del tuo brand, attuali o desiderati, non esitare, fai clic ed entra in contatto con noi.
MARKETING STRATEGICO PROBLEM SOLVING
Se vuoi saperne di più…

Eccellenza competitiva e distintiva

Per tutti i giovani manager, i quadri e chiunque abbia un ruolo di responsabilità all’interno di un’organizzazione, “Eccellenza competitiva e distintiva” rappresenta la guida ideale per posizionare il proprio brand individuale all’interno delle organizzazioni, facilitare le proprie eccellenze comunicazionali finalizzate all’ottenimento di ciò che si vuole: come persona, come team e come organizzazione. Un percorso attraverso il riconoscimento degli aspetti cognitivi delle relazioni, che permette di “volare alti” superando abilmente preconcetti e pregiudizi, focalizzando i messaggi relazionali con un controllo continuo dei feedback verbali e non verbali e, le energie proprie e dei collaboratori sulle priorità delle attività professionali e personali. Apre gli occhi sulle trappole e sugli inganni che il manager affronta nella sua vita quotidiana permettendogli di sviluppare le capacità di separare fatti, opinioni e sentimenti, ottenendo nuove e solide relazioni umane basate sull’etica della fiducia. Prefazione di Paola Lazzarini.

Photo credit by James Gillespie on Unsplash

Le sorprese 2019 nei reparti ortofrutta

Marketing dei freschi: “SURPRISES IN STORE” le sorprese 2019 nei reparti ortofrutta suggerite da FRUIT LOGISTICA TREND REPORT 2019

Uno sguardo ai comportamenti ed alle aspettative dei consumatori nei confronti del reparto ortofrutta dei punti di vendita.

Il 2019 porterà nei reparti dei freschi e dell’ortofrutta molte sorprese oltre i prodotti, le gamme, la qualità: nuove modalità partnership con gli attori della catena del valore.

Il suggerimento che emerge con forza dalla survey è che i prodotti freschi svolgono un ruolo fondamentale nel commercio al dettaglio anche se non dovrebbe sorprendere nessuno.

Ciò che potrebbe non essere così facilmente evidente, è la velocità con cui sta cambiando il mercato dei prodotti freschi.

I clienti ora si aspettano prodotti freschi di buona qualità in ogni punto vendita.

LE SORPRESE 2019 NEI REPARTI ORTOFRUTTA

Un vantaggio competitivo tra LE SORPRESE 2019 NEI REPARTI ORTOFRUTTA

Ottenere il vantaggio competitivo della freschezza del mercato è sempre più difficile. In un ambiente in continua evoluzione, frutta e verdura fresche stanno diventando il fulcro del successo di qualsiasi negozio al dettaglio. La distribuzione di frutta e verdura si è evoluta in nuove direzioni e le percezioni di ciò che conta nei reparti frutta e verdura stanno cambiando, così come le aspettative sulla gamma di prodotti offerti.

Una buona notizia ma c’è una presa di posizione:

Come evidenziato dal Rapporto sull’andamento di Fruit Logistica dello scorso anno, la distribuzione di frutta e verdura si è evoluta in nuove direzioni; e le percezioni di ciò che conta nei raparti frutta e verdura stanno cambiando, così come le aspettative sulla gamma di prodotti offerti.

I consumatori stanno diventando generalmente molto più sofisticati nei loro acquisti . Non sono solo più attenti all’ambiente, ma richiedono maggiori informazioni sui prodotti che scelgono di acquistare.

Proprio da dove arriva la loro frutta e verdura, da come è stata prodotta, quanto sia realmente fresca: questi sono le richieste più rilevanti per i consumatori in molti mercati.

Allo stesso tempo, un’alimentazione sana e allo stesso tempo, conveniente rappresentano fattori estremamente rilevanti.

Anche se appaiono contraddittorie queste tendenze, in effetti non lo sono come sembrerebbe apparire: alcuni segmenti di clienti vogliono mangiare in modo sano con la massima comodità possibile.

Fornitori e rivenditori possono quindi accettare queste nuove, sfidanti, opportunità

Sorprese in negozio, Il rapporto Trend di Fruit Logistica di quest’anno spiega di più su queste sfide e opportunità, ed offre suggerimenti su come i produttori, i fornitori e i rivenditori potrebbero reagire meglio

ln Italia, le sorprese che vedremo nel 2019 nel reparto ortofrutta partiranno dai desideri espressi dai clienti che hanno trovato risposte soddisfacenti in tre importanti insegne.

LE SORPRESE 2019 NEI REPARTI ORTOFRUTTA
Importanza delle categorie di prodotti per la soddisfazione generale nei confronti di ortofrutticoli Correlazione, soddisfazione freschezza rispetto alla soddisfazione della categoria – Importanza dei criteri di soddisfazione per la soddisfazione di F & V Correlazione, criteri di soddisfazione per categoria e soddisfazione – L’insegna migliore per acquistare prodotti freschi Condivisione dei clienti fedeli come miglior negozio per acquistare prodotti freschi

La qualità del cibo fresco nel punto vendita gioca un ruolo chiave nella scelta dello stesso punto vendita dove i clienti decidono di fare la spesa per i propri i prodotti alimentari.

Ciò è sottolineato nel sondaggio tra i consumatori:

il 59 percento degli intervistati ha detto che la qualità nel reparto degli alimenti freschi rappresenta il fattore più importante nel determinare la loro scelta di punto vendita.

LE SORPRESE 2019 NEI REPARTI ORTOFRUTTA

Guardando un po ‘più a fondo, il sondaggio rivela che la qualità del cibo fresco determina anche la dimensione del paniere d’acquisto.

I clienti soddisfatti della qualità del cibo fresco di un negozio lo visiteranno il 7% più frequentemente rispetto a quelli che non lo sono.

Ancora più significativo, il loro paniere medio è maggiore del 24 per cento.

Considerando il fatto che il 47% degli intervistati dichiara di essere disposto a pagare di più per alimenti freschi di migliore qualità diventa chiarissima l’importanza che viene ad assumere il reparto ortofrutta per la redditività di un’azienda di vendita al dettaglio di prodotti alimentari .

La soddisfazione per il cibo fresco sembra avere un impatto più profondo sugli acquirenti con più potere d’acquisto, giocando un ruolo ancora più determinante nella decisione del punto vendita per molti dei segmenti di mercato più ricchi d’Europa.

In Germania, ad esempio, circa il 68% delle famiglie ad alto reddito afferma che il cibo fresco è il motivo più importante di scelta del punto vendita.

Quelle famiglie non solo totalizzano un 6% in più di visite rispetto alla media, ma spendono anche il 53% in più.

In breve, nessun negozio dovrebbe mai trascurare la qualità quando si tratta di prodotti freschi.

Qual è la motivazione che spinge il cliente all’interno del reparto freschi?

La risposta risulta sorprendentemente semplice:

la cosa più importante per i consumatori è la qualità stessa.

La qualità rappresenta da sola il 33% della soddisfazione totale

Sebbene l’idea di qualità come massima priorità per gli acquirenti non sia affatto inaspettata, un’analisi più attenta del loro atteggiamento nei confronti della qualità rivela una serie di sorprese.

Dietro questa risposta apparentemente semplice, ci sono stati alcuni notevoli cambiamenti nelle aspettative, cambiamenti nella domanda che sono alla base delle scoperte di questo rapporto.

Nel sondaggio tra i consumatori, le sorprese nei reparti ortofrutta nel 2019 non finiscono qui.

Le risposte ricevute dai clienti a maggior potere d’acquisto, danno un suggerimento, un indizio importante per i rivenditori più attenti.

I dati mostrano che questi clienti si preoccupano di più del servizio, hanno un maggiore impegno per l’ambiente e richiedono una gamma più specializzata rispetto al consumatore medio.

Con un po ‘di immaginazione, questo ha il potenziale di tradursi nel nucleo di una strategia di potenziale differenziazione in due aree distinte: in primo luogo, gamma di prodotti; e in secondo luogo, l’esperienza di acquisto.

Cosa serve al punto vendita per soddisfare la domanda di prodotti sani e salutari dei clienti? Per frutta e verdura fresca che creano una connessione emotiva e per prodotti che lasciano il consumatore con la coscienza pulita?

Gamma di prodotti, collaborazione con produttori, packaging, progettazione di negozi, personale e comunicazione nel punto vendita

Promuove le partnership tra gli attori della catena del valore

LE SORPRESE 2019 NEI REPARTI ORTOFRUTTA partono dall’inizio della catena del valore grazie ai feedback dei distributori

Promuovere la collaborazione tra produttore e rivenditore E’ questo Il suggerimento che emerge è che il livello di collaborazione con produttori e coltivatori aumenterà nei prossimi anni a causa della necessità di innovazione più rapida e del desiderio dei distributori, delle insegne di garantire una qualità differenziata a lungo termine.

Insegne, distributori e produttori potranno alleare in buone collaborazioni con l’obiettivo comune di voler realizzare un’innovazione più veloce e più significativa.

In genere, le insegne sono nella posizione migliore per avere una comprensione approfondita del modello della domanda dei consumatori e di come questo stia cambiando, mentre i produttori sono gli esperti nello sviluppo del prodotto.

La sfida, tuttavia, è che al momento possono essere necessari fino a nove mesi per introdurre nuovi prodotti in un negozio.

In primo luogo, il rivenditore può studiare i desideri dei clienti e il loro feedback, e panorama competitivo in profondità potrà suggerire i miglioramenti all’interno del team di gestione delle categorie.

Se queste idee verranno poi comunicate ai produttori, che potrà o non potrà accettare queste sfide in questa fase o con la loro competenza di produzione potrà suggerire vie alternative con il beneficio di poter sviluppare nuovi prodotti come team collaborativo .

L’aumento della velocità di commercializzazione, cruciale nei segmenti in rapida evoluzione sarà un ulteriore beneficio tratto da una più stretta collaborazione lungo tutta la catena del valore agroalimentare.

Il secondo aspetto che favorisce una maggiore collaborazione tra rivenditori e fornitori è il desiderio di erogare una qualità differenziata a lungo termine come’opportunità garantire un vantaggio competitivo a rivenditori e produttori, stabilendo relazioni sicure e profonde con impegni più lunghi sostenuti da investimenti comuni.

Quali saranno quindi le altre sorprese nei reparti ortofrutta nel 2019?

In conclusione, è chiaro che i clienti chiedono prodotti distintivi che siano autentici in termini di origine, nonché completa affidabilità per poter poi fare acquisti ripetuti.

Vogliono placare la propria coscienza e tuttavia esigere una maggiore praticità.

Questo rapporto sulla tendenza Fruit Logistica mostra come queste apparenti contraddizioni possono essere soddisfatte, e in effetti come vengono già soddisfatte da produttori e rivenditori più innovativi.

Le insegne più all’avanguardia hanno capito che il successo non riguarda solo migliorare le gamme di prodotti , ma anche lo sviluppo di relazioni fidelizzanti con questi clienti.

Essere completamente affidabili sulla qualità non è più sufficiente per distinguere i rivenditori e consentire loro di conquistare quote di mercato.

La fidelizzazione del cliente deriva dal saper attrarre con continuità le persone nel punto di vendita con una shopping experience dedicata il cibo, in particolare frutta e verdura, con l’allestimento di scenografie sempre più teatrali.

Sono le lezioni che l’industria sta imparando dai migliori brand.

Forse le sorprese 2019 nei reparti ortofrutta saranno proprio queste

Se vuoi puoi scaricare qui tutta la ricerca TREND REPORT 2019 Fruit Logistica, basta un clic.

Scarica il documento
LE SORPRESE 2019 NEI REPARTI ORTOFRUTTA
PROBLEM SOLING EXPERTISE
Se vuoi sapere come Problem Solving può essere utile alla tua organizzazione bastano un paio di clic.
LE SORPRESE 2019 NEI REPARTI ORTOFRUTTA
Se vuoi saperne di più…

Eccellenza competitiva e distintiva

Per tutti i giovani manager, i quadri e chiunque abbia un ruolo di responsabilità all’interno di un’organizzazione, “Eccellenza competitiva e distintiva” rappresenta la guida ideale per posizionare il proprio brand individuale all’interno delle organizzazioni, facilitare le proprie eccellenze comunicazionali finalizzate all’ottenimento di ciò che si vuole: come persona, come team e come organizzazione. Un percorso attraverso il riconoscimento degli aspetti cognitivi delle relazioni, che permette di “volare alti” superando abilmente preconcetti e pregiudizi, focalizzando i messaggi relazionali con un controllo continuo dei feedback verbali e non verbali e, le energie proprie e dei collaboratori sulle priorità delle attività professionali e personali. Apre gli occhi sulle trappole e sugli inganni che il manager affronta nella sua vita quotidiana permettendogli di sviluppare le capacità di separare fatti, opinioni e sentimenti, ottenendo nuove e solide relazioni umane basate sull’etica della fiducia. Prefazione di Paola Lazzarini.

marketing strategico problem solving

Il marketing strategico problem solving applicato alla SWOT analysis per passare dall’orientamento alla produzione alle strategie persona a persona.

Prima di cucire un piano di formazione prendiamo le misure per sapere cosa concretamente ti serve per raggiungere i tuoi obiettivi d’impresa, professionali e personali.

Scegli qui i contenuti di marketing strategico, applicato col metodo problem solving sartoriale per creare una formazione su misura per le tue esigenze

L’impresa ed il suo micro-ambiente, dove scoprire i punti di forza ed i punti di debolezza

Il mercato e il macro-ambiente dove sorgono le opportunità e le minacce

SWOT analysis e analisi dei mercati

Quali funzioni assolve chi si assume la responsabilità del marketing strategico

Pianificazione di medio termine come ruolo strategico

Il Cliente al centro ell’impresa: segmentazione, clusterizzazione definizione dei target di riferimento e individuazione del marketing mix

Il processo d’acquisto dei clienti BtoB e dei clienti BtoC aspetti comuni ed aspetti diversificanti nell’ottica mel marketing persona a persona.

Scegliere una politica prezzo o di valore percepito? Quali attributi valorizzano l’offerta? Aspetti tangibili ed intangibili del marketing mix

I cicli di vita nel marketing: Cicli di vita dei mercati, Cicli di vita dei prodotti, Cicli di vita dei clienti.

Strategic Marketing Analysis per definire obiettivi e scelte strategiche

Quanto è attraente un mercato? Soglie in entrata e soglie in uscita.

Competitività o concorrenzialità? Quale strategia di marketing strategico problem solving è meglio adottare in funzione dell’appetibilità del mercato.

La leva della distribuzione come leva strategica Trade Marketing Mix del distributore

Elementi di differenziazione tangibili ed intangibili

Posizionamento tangibile secondo quote di mercato ed intangibile secondo la qualità percepita del brand

La piramide di Aaker nella strategia problem solving del marketing del brand

Differenze tangibili ed intangibili tra marchio e brand

Gestione dell’immagine percepita e creazione di un brand di successo ed un posizionamento distintivo e competitivo di una Equity Brand Sostenibile

Presidiare la supply chain per riuscire ad integrare l’offerta con tutti gli attori della distribuzione

Elementi di base per costruire una blockchain che garantisca l’origine del prodotto al consumatore finale

La leva promozionale come asset della creazione del valore

Saper scegliere se preferire investimenti fissi che valorizzano l’offerta o investimenti variabili che incrementino le vendite.

I capitoli fondamentali di un piano marketing strategico problem solving

La condi-visione delle scelte strategiche di marketing come leva motivazionale delle risorse umane

Per nostra scelta non abbiamo un catalogo di corsi standard.

Grazie alla nostra metodologia Focus Group Problem Solvingcreiamo corsi di formazione e coaching sui temi e sui contenuti di marketing, strutturati nelle modalità più idonee per risolvere problemi specifici di crescita della cultura d’impresa o personale.

Il primo focus group Problem Solving Formazione e Coaching marketing è gratuito, dura al massimo un paio d’ore e fa emergere con estrema efficacia l’esigenza contingente di formazione alla quale potremo rispondere con una proposta di ideazione e progettazione sartoriale e sempre sostenibile.

MARKETING STRATEGICO PROBLEM SOLVING
Se vuoi prenotare un Focus Group Problem Solving gratuito e finalizzato a fare emergere le tue esigenze di formazione per colmare le lacune di Marketing Strategico ma, non esitare, fai clic ed entra in contatto con noi.
MARKETING STRATEGICO PROBLEM SOLVING
Se vuoi saperne di più…

Eccellenza competitiva e distintiva

Per tutti i giovani manager, i quadri e chiunque abbia un ruolo di responsabilità all’interno di un’organizzazione, “Eccellenza competitiva e distintiva” rappresenta la guida ideale per posizionare il proprio brand individuale all’interno delle organizzazioni, facilitare le proprie eccellenze comunicazionali finalizzate all’ottenimento di ciò che si vuole: come persona, come team e come organizzazione. Un percorso attraverso il riconoscimento degli aspetti cognitivi delle relazioni, che permette di “volare alti” superando abilmente preconcetti e pregiudizi, focalizzando i messaggi relazionali con un controllo continuo dei feedback verbali e non verbali e, le energie proprie e dei collaboratori sulle priorità delle attività professionali e personali. Apre gli occhi sulle trappole e sugli inganni che il manager affronta nella sua vita quotidiana permettendogli di sviluppare le capacità di separare fatti, opinioni e sentimenti, ottenendo nuove e solide relazioni umane basate sull’etica della fiducia. Prefazione di Paola Lazzarini.

FORMAZIONE MARKETING PROBLEM SOLVING

Qual è il gap tra ciò che sai di marketing e ciò che invece ti serve sapere?

A questo serve la formazione marketing Problem Solving, serve a offrirti le conoscenze di marketing di cui hai effettivamente bisogno per crescere professionalmente e personalmente.

Problem Solving può comprendere con precisione ciò che è indispensabile capire, conoscere, per raggiungere i tuoi obiettivi di competenze marketing per il tuo business. Qui ed ora.

Possiamo rispondere alle tue esigenze di formazione marketing con metodologia problem solving e con progettazioni concrete, semplici ed immediate, oppure profonde e più complesse.

Rispondiamo a tutte le necessità con estrema velocità.

Vuoi acquisire le competenze necessarie per impostare un piano di Marketing strategico?

Vuoi acquisire e conoscenze indispensabili per competere ne mercato con una gestione ideale delle leve del Marketing operativo?

Vuoi approfondire i principi fondamentali del marketing?

Hai la necessità di capire come diventare un product manager di successo?

Hai la responsabilità di un marchio, di una linea di prodotti e vuoi diventare un brand manager di successo?

Vuoi sapere tutto sulla customer satisfaction o la customer experience?

Hai la prospettiva di dover gestire un sito WEB e vuoi sapere prima quali scelte ne condizioneranno il successo?

Sai come gestire un piano di comunicazione sia on-line, sia off line?

Per questi problemi sapremo proporti una soluzioni formativa od un coaching personalizzato e sostenibile Problem Solving

Per nostra scelta non abbiamo un catalogo di corsi standard.

Grazie alla nostra metodologia Focus Group Problem Solving creiamo corsi di formazione e coaching sartoriali sui temi e sui contenuti di marketing, strutturati nelle modalità più idonee per risolvere problemi specifici di crescita della cultura d’impresa o personale.

Il primo focus group Problem Solving Formazione e Coaching marketing è gratuito, dura al massimo un paio d’ore e fa emergere con estrema efficacia l’esigenza contingente di formazione alla quale potremo rispondere con una proposta di ideazione e progettazione sartoriale e sempre sostenibile.

PROBLEM SOLING EXPERTISE
Se vuoi sapere come Problem Solving può aiutarti nello sviluppo delle tue conoscenze e sviluppare nuove competenze di marketing entra in contatto con noi, bastano pochi clic.

Photo credit: Mean Shadows