Marketing Problem Solving

Marketing  Problem Solving

Il marketing è un termine inglese, spesso abbreviato in mktg e, come cita anche Wikipedia, nel mercato italiano, è inteso anche come commercializzazione, mercatistica. Problem Solving, invece indica più propriamente l’insieme dei processi atti ad analizzare, affrontare e risolvere positivamente situazioni problematiche. Marketing Problem Solving è un connubio irrinunciabile.

Il termine Marketing prende origine dall’inglese market (mercato), cui viene aggiunta la desinenza del gerundio per indicare la partecipazione attiva, cioè l’azione sul mercato stesso da parte delle imprese. 

Più semplicemente…

We make our business marketing.

Marketing  Problem solving, off course.

Cambia la domanda, si cambia l’offerta sul mercato.

Vuoi contattarci?

E il cambiamento continuo della domanda e delle modalità di soddisfazione della domanda genera… problemi da risolvere per tutte le politiche del marketing mix.

Problemi di innovazione di prodotto, problemi di posizionamento di prezzo, problemi di marginalità, problemi negoziali con i canali distributivi dal web ai PV sia della distribuzione organizzata sia di quella tradizionale, problemi di posizionamento del brand nella mente di clienti, potenziali clienti, influenzatori, responsabili degli acquisti, utilizzatori dei prodotti e dei servizi.

L’approccio Problem Solving al Marketing  rappresenta  pertanto il modello di approccio al mercato ideale per anticipare il cambiamento continuo degli atteggiamenti e dei comportamenti d’acquisto dei clienti.

Il miglioramento continuo delle esecuzioni delle politiche di brand awareness, si basa su piani di comunicazione strettamente sincronizzati alle politiche di prodotto, di prezzo e di distribuzione.

Il metodo Marketing Problem Solving applicato alle strategie di comunicazione parte dalla condivisioni degli obiettivi di marketing dei nostri clienti per i quali ideiamo e progettiamo le strategie e le tattiche ideali per raggiungerli.

Dalle analisi più classiche socio demografiche delle aree geografiche di distribuzione di prodotti e servizi, alle analisi del target di riferimento, perché la comunicazione è ormai Human to Human. Tenendo sotto controllo le azioni della concorrenza e creando il mediamix ottimale con la massima efficacia per raggiungere il target con la frequenza indispensabile  per generare insight e memorizzazione del brand.

Dalle strategie di Social Media Marketing finalizzate a generare visibilità, coinvolgimento  sui social media, attraverso la presenza dei brand in comunità virtuali.

Social Media Optimization -WEB Marketing  Problem Solving

Il Social Media Marketing Problem Solving utilizza una serie di Tecniche che vanno dalla gestione dei rapporti online come le pubbliche relazioni PR 2 all’ottimizzazione delle pagine web concepite appositamente in funzione degli algoritmi utilizzati dai social media . Un gestione della comunicazione integrata, a due vie, che utilizza le “tribù” di clienti, di cliente potenziali, come suggeritori e come coocreatori delle innovazioni di comunicazione, fino a poter diventare coocreatori dei prodotti ideali per soddisfare i loro bisogni latenti ed emergenti.

Possiamo interagire con le diverse piattaforme che il Web 2.0 ha messo e mette continuamente a disposizione da Facebook a Youtube, da Twitter a Instagram, da Linkedin a Google Plus.

Vuoi contattarci?

Partiamo sempre con la meta in testa

Raggiungere  i KPI concordati degli obiettivi di marketing, non solo di comunicazione.

Arriviamo all’engagement dei potenziali clienti attraverso la creazione dei funnel indispensabili  creando le  conversazioni con utenti/consumatori e instaurare una relazione fiduciaria di affinità valoriale con i prodotti dei nostri Clienti. Sempre tenendo sotto controllo la reputazione del brand nel mondo virtuale per arrivare alle conversioni in azioni a favore del brand: dal traffic building nei PV fino alla vendita on line.

E quando servono sappiamo gestire con efficacia ed efficienza i media classici

Dalla televisione al cinema, dalla radio alla ormai maturi periodici e quotidiani, dalle impattanti affissioni al mailing postale.

Sempre con la massima pressione pubblicitaria al minimo costo per GRP. (Gross Rating Point) indice che misura la pressione pubblicitaria generata dai media tradizionali sul target di riferimento, Meno costa, maggiore è l’efficienza di un piano di comunicazione.

http://www.problem-solving.net/marketing-problem-solving

Theory of Constraints

Per comprendere l’impatto dei vincoli comuni sul metodo di marketing problem solving, è necessario essere consapevoli dei due vincoli principali  nell’ambiente  imprenditoriale.

Superiamo con tecniche sperimentate di Focus Group i vincoli al Marketing Problem Solving.

La teoria dei Constrains postula l’idea che ogni processo aziendale ha insiti in sé stesso qualche tipo di vincoli.  Trovare e isolare i vincoli vincolo è il primo passo che possiamo realizzare per iniziare la soluzione dei problemi di marketing. Una volta che il vincolo è rimosso o migliorato, allora l’intero processo di Marketing Problem Solving può essere migliorata.

Time Constraints

Vincoli di tempo
Da professionisti del marketing  lavoriamo spesso con scadenze temporali pianificate e siamo in grado di mettere insieme un piano di marketing efficace ed efficiente, ideato e  progettato per raggiungere i target di comunicazione in periodo di tempo brevi.

Una corretta e precisa pianificazione condivisa col team Problem Solving ci permette di lavorare con serenità: impiegiamo il 20% del tempo a disposizione per pianificare e programmare il restante 80% del tempo utile. Evitiamo di lavorare con urgenza per le attività importanti.

Policy and Procedure

Policy e procedure
La politica aziendale e le procedure relative necessarie per conformarsi a tale politica rappresentano spesso un freno ai processi Problem Solving

Le Policy aziendali possono rappresentare un vincolo materiale allo sviluppo del pensiero creativo all’interno dell’impresa anche se esso è endemico ed indispensabile in qualsiasi processo di problem solving.

Da professionisti esterni, in quanto liberi dalle procedure interne all’impresa, possiamo essere considerati dal management come i catalizzatori del cambiamento all’interno dell’impresa motivando all’azione i collaboratori interni.

Vuoi contattarci?

 

Per noi ogni domanda è intelligente. Chiedi, non esitare.